sushi a bolzano

CARICO ALLOSTATICO

a cura di ActionMax
Ultima modifica 2 mesi fa

Il termine “carico allostatico” si riferisce a un concetto utilizzato nella fisiologia dello stress e della salute. Questo concetto si basa sull’idea che il corpo umano risponde ad una serie di fattori stressanti con una serie di adattamenti fisiologici, ma quando questi adattamenti diventano persistenti nel tempo, possono avere conseguenze negative sulla salute.

In altre parole, il carico allostatico rappresenta l’accumulo nel tempo di stress e tensioni sul sistema fisiologico del corpo. Questi stress possono essere di natura fisica o psicologica e includono fattori come pressione sanguigna elevata, livelli di cortisolo cronici (un ormone dello stress), e altri cambiamenti fisiologici.

Il concetto suggerisce che mentre il corpo è progettato per rispondere allo stress a breve termine attraverso meccanismi di adattamento, se lo stress persiste o è eccessivo, può portare a danni sulla salute a lungo termine. Il carico allostatico è correlato a condizioni come malattie cardiache, problemi metabolici e altri disturbi legati allo stress cronico.

La gestione dello stress e la promozione di stili di vita sani sono spesso considerati importanti nella riduzione del carico allostatico e nel mantenimento di una buona salute a lungo termine.

Il termine “carico allostatico”, viene menzionato nel contesto del continuo rifornimento di glucosio nel corpo e può riferirsi al deterioramento del sistema di regolazione della glicemia e al carico cronico di glucosio sulla salute metabolica. L’allostasi si riferisce alla capacità del corpo di adattarsi alle variazioni e mantenere l’omeostasi, ma il carico allostatico si verifica quando questo sistema di adattamento è sovrautilizzato o disfunzionale.

Nel contesto della regolazione del glucosio, il carico allostatico potrebbe verificarsi in situazioni in cui c’è un continuo eccesso di assunzione di carboidrati, soprattutto quelli ad alto indice glicemico, che portano a livelli persistentemente elevati di glucosio nel sangue. Questo può mettere a dura prova il sistema di regolazione dell’insulina e della glicemia, con il rischio di sviluppare resistenza insulinica, condizione associata a problemi metabolici come il diabete di tipo 2 e molto di più.

Il corpo risponde continuamente al carico di glucosio regolando la produzione di insulina e cercando di immagazzinare il glucosio in modo appropriato. Tuttavia, quando questo processo è sottoposto a uno stress cronico a causa di elevati livelli di glucosio, può portare a un carico allostatico e, nel tempo, a problemi di salute metabolica.

Come avviene ? 

Prendiamo una cellula e scopriamo che al suo interno esistono i mitocondri, nient’altro che fornaci della cellula e promotori delle molecole universali energetiche ATP. Quelle che ci permettono di fare ogni cosa.

Quando si immette tropp glucosio nel corpo ed in maniera continua, i mitocondri sono come i macchinisti di vecchi treni sommersi dal carbone. 

Gli arriva carbone da ogni parte ed a qualunque ora. Ma, cosa è questo carbone se non GLUCOSIO.

Più carbone arriva più la caldaia si riempie e poi trabocca …le conseguenze sono terribili !

Troppo lavoro per i mitocondri (macchinisti) il che porta alla produzione o meglio dire formazione di radicali LIBERI.

A questo si aggiunge che buona parte del glucosio viene trasformato in grasso. 

Ricordiamo quindi che dopo un picco glicemico i radicali liberi innescano una maledetta reazione a catena. 

Perché maledetta ? Perché ogni cosa che toccano la danneggiano fortemente.

Semplice esempio: i radiali liberi modificano il DNA, costituendo tumori e altre dannose e/o mortali malattie. 

I radicali liberi portano allo stress ossidativo. Cos’è lo Stress Ossidativo? Il termine STRESS OSSIDATIVO o “squilibrio REDOX” indica l’insieme delle alterazioni che si producono nei tessuti, nelle cellule e nelle macromolecole biologiche quando queste sono esposte ad un eccesso di agenti ossidanti.

Malattie di tipo cardiaco, diabete di tipo 2, invecchiamento generale, e declino mentale.

La gestione del carico allostatico dovrebbe includere strategie per mantenere livelli di zucchero nel sangue stabili attraverso scelte alimentari equilibrate, regolare attività fisica e altri comportamenti che supportano una sana regolazione metabolica.

Il vostro ActionMax

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Healthy Food Delivery

Iscriviti alla nostra newsletter

Leggi la nostra Privacy Policy