sushi a bolzano

LUCE E CICLI CIRCADIANI 🧠

a cura di ActionMax
Ultima modifica 1 mese fa

 

Come ho spiegato in uno scorso articolo sulla luce, l’esposizione degli occhi alla luce naturale al mattino stimolano i neuroni oculari tramite la proteina melanopsina che si trova nelle cellule gangliari.

Vi spiegherò cosa sono questi due elementi del nostro organismo.

Le cellule gangliari sono un tipo di cellule nervose presenti nella mucosa olfattiva, situata nella parte superiore delle cavità nasali. Queste cellule sono responsabili della trasduzione dei segnali chimici in segnali elettrici, che poi vengono trasmessi al cervello attraverso il nervo olfattivo, consentendo la percezione dell’olfatto.

La melanopsina è una proteina fotosensibile che si trova nelle cellule gangliari della retina, note anche come cellule gangliari fotosensibili intrinseche (ipRGCs). Queste cellule sono coinvolte nella regolazione dei ritmi circadiani, della pupilla e nella percezione della luce ambientale, contribuendo così al controllo dell’orologio biologico e dei cicli sonno-veglia. La melanopsina svolge un ruolo chiave nella sensibilità di queste cellule alla luce e nella trasmissione dei segnali luminosi al cervello.

Certamente! La melanopsina è una fotopigmento che appartiene alla famiglia degli opsine, simile a quello presente nei coni e nei bastoncelli della retina. Tuttavia, le cellule gangliari retiniche intrinseche (ipRGCs) che esprimono la melanopsina sono un tipo di cellule gangliari della retina diverse dalle tradizionali cellule gangliari che trasmettono informazioni visive al cervello attraverso il nervo ottico.

Le ipRGCs hanno un ruolo unico nella regolazione dei ritmi circadiani e delle risposte fotoendocrine. Esse ricevono input diretto dalla luce e inviano segnali al nucleo soprachiasmatico dell’ipotalamo, che funge da “orologio biologico” centrale nel cervello. Questo collegamento diretto alla luce aiuta a sincronizzare l’orologio biologico interno con i cicli ambientali di luce e buio, contribuendo così al controllo del ritmo sonno-veglia e di altri processi fisiologici che seguono un ritmo circadiano.

Inoltre, le ipRGCs svolgono un ruolo nella regolazione del diametro della pupilla in risposta alla luce ambientale, influenzando così la quantità di luce che raggiunge la retina.

La melanopsina, come fotopigmento chiave nelle ipRGCs, è essenziale per la loro sensibilità alla luce. La sua capacità di assorbire la luce blu-verde e trasmettere segnali al cervello è fondamentale per molteplici funzioni fisiologiche legate alla percezione della luce e alla regolazione dei ritmi circadiani.

Il vostro ActionMax

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Healthy Food Delivery

Iscriviti alla nostra newsletter

Leggi la nostra Privacy Policy